Mi spaventa il nuovo e non so perché.

Forse perché il nuovo è al tempo stesso sconosciuto.

E vado alla ricerca del mio perché, riempiendomi la testa di convinzioni, idee.

Chiedo da altri che aggiungono i loro pensieri e le loro convinzioni, spesso le loro confusioni.

Ma cercando punti di vista trovo solo punti di vista.

Così facendo perdo di vista la mia nota, il mio obiettivo.

In realtà non c’è risposta

Esiste solo la ricerca della risposta.

C’è solo ricerca.

Cercare il nuovo, metterlo in pratica, sperimentare.

Gustare condividere ed infine lasciar andare.

** 21 aprile 2011
Relazione: Gli ordini dell´aiuto.

Il secondo ordine dell’aiuto è sottomettersi alle circostanze e intervenire solo nella misura in cui esse lo consentono.
Ho cercato di costruire una casa in tutti questi anni ma le fondamenta
poggiavano sopra un terreno instabile e non avevo fatto i conti con il materiale a disposizione. Ora sono cosciente che le case solide si costruiscono su basi diverse.
Ma l’argomento non era forse gli ordini

dell’aiuto ossia come aiutare gli altri?
Momentaneamente non ho la presunzione di aiutare qualcuno, perché riconosco i miei limiti, e da qui riparto, tenendo presente che a volte basta un amorevole presenza, silenziosa, ma viva d’amore perché l’altro riceva ciò di cui ha bisogno.
Cari saluti, Annamaria.


...


.....


Testimonianze

doriana de vido | Sacile PN | Tel. 0434 72782 Cel. 3939489833